Ogni tanto ci piace presentarvi delle auto particolari, di quelle che le guardi e pensi subito “ma quando mai potrò permettermela, un’auto così, e poi, anche potendola comprare, sarebbe un peccato utilizzarla”. Eh già, alcune auto fanno parte di quella categoria “belle e impossibili”, per la maggior parte, certo, sicuramente non per tutti.

Questa “Bella Figura” Type 57S Coupè è stata progettata e realizzata dalla Delahaye USA, azienda con sede a Long Valley, in New Jersey, Stati Uniti. Un modello preziosissimo, interamente realizzato in fibra di carbonio e alluminio, un tributo alla Type 57S progettata da Jean Bugatti, figlio del leggendario Ettore, realizzata tra il 1934 e il 1940 in soli 710 esemplari.
Non si tratta esattamente di una replica, perché il modello originario è stato pesantemente reinterpretato dalla Delahaye USA, è stato anche allungato ed allargato, seppur rispettando lo stile e la forma originaria che hanno dato alla Type 57S un ruolo di prim’ordine nella storia dell’auto.
Dicevamo all’inizio che non è un’auto da tutti i giorni, questo è chiaro, ma tenendo ben presente che alla Delahaye si progettao e realizzano vetture dal sapore retrò, ma con materiali e tecnologie attualissime, accuratamente scelte per dare la possibilità all’acquirente, se abbastanza matto, di guidarle anche ogni giorno.
Il motore che muove il prototipo che vedete in foto, è un 5 litri, 12 cilindri BMW M70 in alluminio, mentre la prima vettura che verrà messa in produzione pr il pubblico monterà un motore Cadillac LSA da 6.2 litri capace di sviluppare una potenza di 556 hp.
Questo motore rappresenta il top di gamma, montato solo sulla versione “turnkey”. Il telaio è comunque studiato per poter montare anche un più tranquillo Jaguar a 6 valvole in linea, per dare alla vettura un look più Bugatti.
La Bella Figura è disponibile, su richiesta, con guida a destra o a sinistra, per poter essere venduta in tutto il mondo.
Viene venduta in 4 possibilità: “turnkey”, ovvero chiavi in mano, completa e pronta da mettere in strada; “turnkey minus”, ovvero tutto meno blocco motore e trasmissione, a carico dell’acquirente; “roller”, cioè carrozzeria, telaio e ruote, e infine, per i più temerari, una versione “self-assembly” in scatola di montaggio, interamente da assemblare.