…e non venitemi a dire che non è bella. O che non ispira sentimenti di potenza, di aggressività, di… americanità allo stato puro.
E’ l’ultima evoluzione dell’icona Charger: muscle car nell’anima, dal 1966 in circolazione sulle strade americane.

In questi giorni si sta svolgendo il Chicago Auto Show, e la Dodge ne ha approfittato per presentare in grande stile quella che sarà la Charger MY 2012.
Il motore da 6.4 litri Hemi V-8 offre una potenza di circa 465 cavalli, raggiungendo i 100 km/h in poco più di 4 secondi circa, e una velocità massima di circa 280 km/h.
Non siamo mai stati amanti delle cifre, soprattutto in relazione a mezzi del genere, che dovrebbero essere apprezzati più per la loro forma, per le sensazioni che sanno trasmettere, per l’emozione che può dare esserne alla guida.
Tuttavia, converrete con noi che si tratta di dati rilevanti, soprattutto se uniti ad una tecnologia “moderna” che permette di tenere a bada tanta potenza, senza uscire male alla prima curva. Non sarà un’auto per tutti, non solamente per il prezzo, ma di certo sarà molto docile e guidabile meglio di come ci si aspetterebbe.
Una vettura certo costruita per esaltare le prestazioni e la potenza, ma studiata attorno al guidatore più esigente, alla ricerca della perfezione non solo motoristica, ma anche negli interni, nel comfort di guida, negli optional e negli accessori.
La Dodge Charger SRT8 verrà commercializzata a partire dall’autunno 2011.