Costruito nel 2010 dai ragazzi di Sickboyz Customs, piccola e recente officina in quel di Londra, questa bella bestiola da 96 pollici di cilindrata, circa 1.600 cc, è il biglietto da visita ufficiale di Wade e soci. Una moto che arriva, in ordine di tempo, come ottava creazione, mentre altre tre sono in costruzione. Sicuramente la “Besame el Culo” è la più rappresentativa, nonché la prima ad esser assemblata e costruita da zero, per cui può dare benissimo l’idea di quello che questi ragazzi hanno in mente, e della loro bravura nel mettere le mani sulle Harley.

E’ stata presentata, finendo nella Top 20, all’AMD Championship, classe Freestyle, dopodiché è stata portata anche al Bulldog Bash, importantissimo bike show a livello europeo, finendo seconda dietro il vincitore Vic Jeffords.

Ci sono voluti circa 6 mesi per costruire questo piccolo gioiellino, ma sono stati 6 mesi spesi bene: il risultato finale, sotto gli occhi di tutti, sebbene le foto non rendano grazia alla sua bellezza, è inequivocabilmente un pezzo pregiato. La componentistica, come dicevamo, è di primo livello: carburatore S/S Super E, scarichi fatti in casa, frizione “suicide” con cambio a mano sulla sinistra. Il telaio di partenza viene fornito da Chica, e ovviamente, come tutti i chopper che si rispettino, è un rigido. La forcella anteriore è originale Harley Davidson, mentre i cerchi, anteriore e posteriore, sono dei Mammoth neri, con raggi ricavati dal pieno, da 21 pollici all’anteriore e 18 al posteriore.

Un sacco di particolari sono presi “da catalogo”, ma modificati sapientemente da Sickboyz: ad esempio le piastre sterzo, originali HD ma modificate, come anche il freno anteriore a 4 pistoncini, o il parafango posteriore fornito da Jesse James e modificato da Wade, o ancora il serbatoio della benzina Indian Larry, e l’impianto elettrico della Ultima.

Un sacco di particolari sono invece stati costruiti appositamente per questo progetto, e un bel po’ di dettagli sono nascosti alla vista, come ad esempio la batteria, nascosta dentro la borsa laterale, o il serbatoio dell’olio fatto in casa.

La verniciatura è un “Green and Cream” stile Maserati, realizzata in sole due settimane da Andy e Steve-o.

Siamo convinti che, con una moto così come biglietto da visita, i ragazzi di Sickboyz Customs si faranno presto notare in giro per l’Europa, come d’altronde stanno già facendo adesso.

Il nostro augurio, ovviamente, è di arrivare il prima possibile a scaricare la loro prossima creazione già da un container dall’altra parte del mare, lì dove tutti i customizer vorrebbero un giorno andare ad esporre le loro moto. Quell’America che sembra così lontana.

Evitiamo infine giochi di parole sul nome di questa moto: rischieremmo di diventare volgari, e poi sarebbe troppo semplice come sparare sulla Croce Rossa.

Ah, dimenticavo: a me questa moto piace un casino. Se per caso, a te che stai leggendo questo articolo, non dovesse piacere... beh, sai che ti dico? “Besame el culo”!